Rivista digitale di Cassa Edile di Milano edilizia economia diritto tecnica
N 1/18 mar
Imprese
7 di 14
Contribuzione

Revisione contributo minimo APE

Share
Accordo nazionale 31 gennaio 2018

Revisione della contribuzione al Fondo Nazionale APE per alcuni territori e modifica del contributo minimo APE


La Commissione Nazionale per le Casse Edili (CNCE) con comunicazione n. 630 del 7 febbraio 2018 con oggetto “Accordo contribuzione fondo nazionale APE” ha provveduto a trasmettere l’accordo nazionale 31 gennaio 2018 stipulato tra ANCE, Associazioni artigiane e cooperative e Feneal-UIL, Filca-CISL, Fillea-CGIL relativo alla revisione della contribuzione al Fondo Nazionale APE per alcuni territori e alla modifica del contributo minimo APE.

Premesso che la revisione della contribuzione al Fondo Nazionale APE non ha riguardato il territorio di competenza della scrivente Cassa, si riportano le seguenti indicazioni relative al contributo minimo APE:

  • il contributo minimo, precedentemente fissato a 35 euro mensili per lavoratore, passa a 42 euro con la denuncia di febbraio 2018;
  • Cassa Edile si riserva di recuperare i minimi contributivi dovuti per il mese di gennaio 2018;
  • il contributo minimo non si applica nei seguenti casi:
    • inizio rapporti di lavoro successivo al giorno 13 del mese (in precedenza al giorno 15 del mese);
    • termine rapporto di lavoro precedente al giorno 19 del mese (in precedenza al giorno 15 del mese);
    • assenza di durata complessiva non inferiore a 60 ore nello stesso mese (in precedenza 80 ore nello stesso mese) per cassa integrazione, malattia e infortunio, ferie e permessi retribuiti (per questi ultimi due casi nei limiti, rispettivamente, di 160 e 88 ore annue), ore denunciate ad altre Casse Edili.

Si ricorda, infine, che qualora il calcolo del contributo APE per ciascun lavoratore dia un importo pari o superiore a 42 euro, il contributo minimo non troverà applicazione; qualora invece dal calcolo ordinario scaturisca un importo inferiore, la Cassa Edile dovrà richiedere all’impresa il versamento di detto contributo.

Addì, 31 gennaio 2018, in Roma

tra

ANCE, ACI PL,

ANAEPA CONFARTIGIANATO, CNA COSTRUZIONI, FIAE CASARTIGIANI, CLAAI

e

FENEAL-UIL, FILCA-CISL, FILLEA-CGIL

considerato quanto previsto dall’accordo nazionale 6 aprile 2016 con cui si è convenuto di costituire una Commissione paritetica sull’APE;

considerato, altresì, quanto previsto dal contratto collettivo nazionale di lavoro “industria” per i dipendenti delle imprese e delle cooperative edili ed affini del 1° luglio 2014, dal contratto collettivo nazionale di lavoro per i dipendenti delle imprese artigiane e delle piccole e medie imprese industriali dell’edilizia e affini del 24 gennaio 2014; del contratto collettivo nazionale per gli addetti delle piccole e medie industrie edili ed affini del 12 novembre 2014; del contratto collettivo nazionale per gli addetti delle piccole e medie industrie edili ed affini del 28 ottobre 2013;

visto l’allegato “Documento Commissione Ape” del 13 dicembre 2017 che costituisce parte integrante del presente accordo

si concorda

  1. sulla revisione della contribuzione APE dal mese di ottobre 2017 per le Casse Edili/Edilcasse indicate nella tabella 1 allegata;
  2. che tale revisione è condizionata all’assenza di debiti pregressi, nei confronti del Fondo, da parte della Cassa Edile interessata;
  3. la revisione del contributo minimo APE, riparametrato a 120 ore, attualmente fissato a 35 euro mensili per lavoratore, con decorrenza dal mese di gennaio 2018, secondo le modalità indicate nell’allegata tabella 2;
  4. conferma che il contributo minimo di cui sopra non si applicherà nei seguenti casi:
    • inizio rapporti di lavoro successivo al giorno 13 del mese;
    • termine rapporto di lavoro antecedente il giorno 19 del mese;
    • assenza di durata complessiva non inferiore a 60 ore nello stesso mese per cassa integrazione, malattia e infortunio, ferie e permessi retribuiti (nei limiti, rispettivamente, di 160 e 88 ore annue), ore denunciate ad altre Casse Edili.

Letto, confermato e sottoscritto.

ASSOCIAZIONE NAZIONALE COSTRUTTORI EDILI                                                                                                                            FENEAL UIL

ACI – PRODUZIONE E LAVORO                                                                                                                                                            FILCA CISL

ANAEPA CONFARTIGIANATO                                                                                                                                                               FILLEA CGIL

CNA COSTRUZIONI

FIAE CASARTIGIANI

CLAAI

PARTI SOCIALI COSTITUENTI