Rivista digitale di Cassa Edile di Milano edilizia economia diritto tecnica
N 2/19 giugno
Imprese
0 di 0
Riconoscimenti per le imprese virtuose

“Premialità per lo sviluppo e l’innovazione”

Share

Il verbale di accordo “Premialità per la sicurezza, lo sviluppo e l’innovazione” contenuto all’interno del Contratto Collettivo Provinciale di Lavoro del 19 dicembre 2017 ha istituito la premialità in oggetto richiedibile per il primo anno dal 15 marzo al 15 aprile 2019.

Per il secondo anno la premialità potrà essere richiesta dalle imprese che non ne hanno beneficato nell’anno 2019 dal 15 marzo al 15 aprile 2020.

Si ricorda, infatti, che lo sconto contributivo in argomento viene riconosciuto alle imprese aventi titolo per una sola volta e per una sola annualità.

Requisiti

Imprese:

iscritte alla scrivente Cassa Edile da almeno 2 anni al momento della domanda,
in regola con i versamenti,

con la maturazione di almeno uno dei seguenti requisiti:

a) incremento annuale non inferiore al 10% del numero delle ore complessivamente denunciate alla scrivente Cassa Edile come ore lavorate rispetto all’anno precedente (2018 rispetto al 2017 e 2019 rispetto al 2018);

b) mantenimento o incremento del numero di operai/apprendisti operai dipendenti in forza con contratto di lavoro a tempo indeterminato nell’anno 2018 o nell’anno 2019 a fronte della riduzione di almeno il 10% del volume di affari IVA (come rilevabile dalla dichiarazione annuale IVA) rispettivamente negli anni 2017 o 2018 rispetto agli anni 2016 o 2017 (esempio: volume d’affari del 2016 = € 1.000.000,00; volume d’affari del 2017 = € 700.000,00; riduzione = 30%; numero di operai nel 2017 = numero di operai nel 2018 = spetta la premialità);

c) nel corso del 2018 o del 2019, partecipazione gratuita e certificata da ESEM-CPT, Ente Unificato Formazione e Sicurezza, da parte dei dipendenti dell’impresa ad un corso non obbligatorio, di durata non inferiore a 20 ore, promosso dallo stesso ESEM-CPT, anche in modalità on the job, attinente la materia dell’innovazione e/o digitalizzazione dei processi/materiali/attrezzature di lavoro;

d) nel corso del 2018 o del 2019, partecipazione – certificata da Assimpredil Ance, ovvero dalle Associazioni datoriali artigiane firmatarie del contratto collettivo territoriale per le Province di Milano, Lodi, Monza e Brianza – dei titolari, soci, datori di lavoro, direttori tecnici dell’impresa, impiegati tecnici e/o amministrativi, a corsi e/o iniziative non obbligatori, per una durata complessiva non inferiore a 24 ore attinenti la materia dell’innovazione di prodotto o di processo, e/o digitalizzazione della progettazione e dei processi produttivi e costruttivi, con particolare riferimento all’utilizzo del B.I.M. o allo sviluppo di nuovi modelli di impresa. Sono utili al raggiungimento del monte ore anzidetto anche le iniziative svolte in collaborazione con gli Ordini professionali.

N.B. L’accordo sindacale del 26 novembre 2018 ha introdotto la possibilità – per i requisiti c) e d) – di ritenere validi anche i corsi conclusi negli anni 2018 e 2019 seppur iniziati nell’anno immediatamente precedente (ovvero 2017 o 2018).

Ammontare della premialità

La misura della premialità di cui ai requisiti a) o b) viene parametrata alla media annua (arrotondata all’unità inferiore) degli operai / apprendisti operai dipendenti in forza nell’anno civile precedente a quello di presentazione della domanda (es. 1° gennaio – 31 dicembre 2018 per la presentazione della domanda nell’anno 2019).

Gli importi previsti sono:

€ 500,00 per le imprese fino a 10 operai / apprendisti operai dipendenti;
€ 700,00 per le imprese da 11 e fino a 20 operai / apprendisti operai dipendenti;
€ 900,00 per le imprese da 21 operai / apprendisti operai dipendenti in poi.

La premialità di cui ai requisiti c) o d) viene parametrata in rapporto al numero di partecipanti ai corsi e/o iniziative, fino ad un massimo di 5 persone. Il premio è pari all’importo di € 500,00 per ogni partecipante.

La premialità di cui alla lettera a) non è cumulabile con quella della lettera b) né con le premialità delle lettere c) e d) che, viceversa, sono tra loro cumulabili sino al tetto delle 5 persone.

Modalità di riconoscimento

Le istanze vengono verificate dalla scrivente Cassa Edile ed accolte sino al raggiungimento del tetto annuo complessivo (pari a € 500.000,00), secondo l’ordine cronologico di ricezione delle domande.

Cassa Edile applicherà lo sconto contributivo alle imprese aventi titolo a partire dalla denuncia di giugno 2019*.

*Al momento di redazione del presente articolo la Premialità in oggetto non è stata ancora erogata.

In caso di mancato accoglimento della richiesta nel primo anno (ovvero nell’anno 2019), l’impresa avente titolo potrà riproporla nell’anno successivo (anno 2020). Se il mancato accoglimento dovesse derivare dalla carenza dei requisiti previsti dall’accordo, l’impresa dovrà dimostrare di possedere tali requisiti nel secondo anno. Viceversa, se il mancato accoglimento dovesse derivare dal superamento del tetto complessivo di spesa relativo al primo anno, la domanda potrà essere riproposta sulla base dei medesimi requisiti esposti e documentati nella prima domanda.
Fatto salvo quanto precede, la riproposizione della domanda dovrà avvenire con le modalità e nei termini generali indicati e verrà accolta secondo il criterio cronologico di ricezione delle domande e sino a concorrenza delle risorse stanziate per il secondo anno.

Cumulabilità

La “Premialità per lo sviluppo e l’innovazione” è cumulabile con la “Premialità per la sicurezza” e la premialità relativa all’elezione del RLS (Rappresentante Lavoratori per la Sicurezza), purché sussistano i requisiti propri di ciascuna tipologia di premialità.


PARTI SOCIALI COSTITUENTI